Alimentazione e dintorni, Blog

Alimentazione e dintorni, Blog

Home > Gocce d’olio > Blog > Carapelli: il nostro impegno per un futuro sostenibile

Carapelli: il nostro impegno per un futuro sostenibile

12 Aprile, 2021

Carapelli: la sostenibilità diventa un valore condiviso

 

Pensando al futuro del nostro pianeta, la sostenibilità è ormai riconosciuta a livello globale come l’unica strada concretamente percorribile. Carapelli, azienda storica ma con un’anima sempre rivolta al futuro, ha voluto prendere parte attiva all’interno di questo importante processo realizzando un progetto innovativo e articolato che mira alla gestione sostenibile di tutte le attività di produzione di olio extra vergine di oliva. Il protocollo che sta alla base del progetto, particolarmente ampio e rigido nelle sue modalità, è stato pensato per coinvolgere tutta la filiera ed essere così anche una garanzia per il consumatore finale che sempre di più desidera conoscere il prodotto che acquista, mettendo la sostenibilità come criterio di scelta preferenziale. L’obiettivo di Carapelli è quello di diventare un punto di riferimento per altri progetti futuri, dimostrando quanto sia possibile ‘lavorare bene’ nel pieno rispetto delle persone e dell’ambiente.

 

La sostenibilità a livello europeo e mondiale

Ma che cos’è esattamente la sostenibilità? Per quanto riguarda l’ambiente, la sostenibilità è il principio guida per tutte quelle iniziative atte a preservare il pianeta così che questo possa rispondere alle necessità sia della nostra generazione che di quelle future. Gli obiettivi della sostenibilità ricercano soluzioni per l’eliminazione della povertà e mettono il benessere umano e la salute al primo posto. La necessità di un approccio sostenibile è stata già sottolineata dalla redazione di importanti documenti, come i Sustainable Development Goals e i protocolli del Patto Verde (Green Deal) della commissione guidata da Von der Leyen. Adesso però è il momento che tutti diano il proprio contributo pratico ed è per questo che Carapelli ha dato vita al suo protocollo di sostenibilità, ispirato proprio alle linee guida fornite dalle Nazioni Unite e promosso a livello nazionale ed europeo, in modo che possa rappresentare un modello di riferimento per la gestione sostenibile delle attività agricole, del frantoio e di tutta la filiera.

 

Il protocollo di sostenibilità Carapelli

Il protocollo di sostenibilità Carapelli vuole dare un contributo concreto alla realizzazione di un mondo capace di far fronte ai bisogni della generazione presente senza compromettere il benessere di quelle future. Gli argomenti presi in esame sono ovviamente numerosi e spaziano da quelli produttivi a quelli culturali, ponendosi su una prospettiva a lungo termine. L’assunto di base è comunque quello dei valori condivisi che per Carapelli sono principalmente la diffusione della conoscenza, la valorizzazione strutturale del mercato, la ricerca della qualità oltre al riconoscimento dei vantaggi dati da una sana alimentazione.

 

Il progetto coinvolge tutti gli aspetti e gli attori della filiera produttiva, per uno sviluppo sostenibile e di valore, prevedendo  quattro diverse aree di intervento:

  1. Sostenibilità Sociale: formazione e supporto diretto alle piccole associazioni di coltivatori

 

  1. Sostenibilità Economica: definizione di accordi di fornitura a lungo termine per garantire profittabilità delle attività dei coltivatori

 

  1. Sostenibilità Ambientale: gestione delle risorse idriche; efficienza energetica e biodiversità; gestione e conservazione del territorio

 

  1. Sostenibilità della Qualità: sicurezza alimentare e gestione degli interventi agrochimici

 

I prodotti Carapelli da produzione sostenibile

Sempre più consumatori ricercano prodotti che si avvicinano al tema della sostenibilità: in questo contesto, il nostro obiettivo è non solo valorizzare la filiera e assicurare un futuro alla stessa, ma anche trasmettere al consumatore finale la consapevolezza e la conoscenza degli sforzi messi in atto  per produrre un prodotto che sia di qualità, ma al contempo sostenibile. Per questo, l’impegno di Carapelli all’insegna della sostenibilità si concretizza in una certificazione dell’ente internazionale Intertek, garanzia di valore e di trasparenza per il consumatore finale ed è testimonianza concreta di un impegno strutturale dell’azienda per lo sviluppo della categoria

 

Il nostro percorso era già stato avviato nel 2020 con focus sulla filiera italiana: l’olio extravergine Carapelli Il Nobile, già testimone del progetto FOOI (filiera olivicola olearia italiana), che presenta infatti una certificazione di sostenibilità applicata alla produzione nazionale.

 

Da oggi, il progetto si arricchisce con il rilancio di il Frantolio, lo storico olio extravergine d’oliva della gamma Carapelli che rinnova la sua qualità di sempre con il valore della produzione sostenibile certificata e che già si era aggiudicato lo scorso anno  il Super Premio del CONAI sulla “Prevenzione - Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi” per la categoria vetro, introducendo sul mercato un nuovo packaging: una bottiglia di vetro scuro che contiene una maggior percentuale di vetro riciclato (fino all’85%).

Il Frantolio e la sua storia di sostenibilità sono anche protagonisti televisivo dell’esclusivo format RAI “Lezioni di etichetta” con uno spot dedicato in onda dal 1 al 24 Aprile. Guardalo qua: Lezioni di Etichetta – Carapelli il Frantolio

 

© 2017 Carapelli Firenze S.p.A - Tutti i diritti riservati - P.iva IT06271510965 | INFO LEGALI | PRIVACY POLICY