Carapelli for Art

Carapelli for Art

Home > Carapelli for Art

Dopo il successo della I° edizione, torna Carapelli for Art: il premio internazionale per le arti visive finalizzato al sostegno e alla promozione dell'arte contemporanea promosso da Carapelli Firenze e nato lo scorso anno in occasione in occasione del 125 anniversario della storica ditta olearia toscana per premiare e sostenere il valore, e la qualità del lavoro, degli studenti delle principali Accademie d’Arte italiane e in generale dei giovani artisti contemporanei.

Il tema di quest'anno Unione. L’incontro tra le varietà che porta a nuovo valore intende sottolineare la capacità che ha l'arte di armonizzare ciò che è differente, in tante declinazioni: dall'ambito formale e concettuale al rapporto con il pubblico, fino al modo in cui l'opera viene recepita nella società e riesce ad agire, in via diretta o indiretta, su di essa.

Come per la scorsa edizione, sono previste due categorie di premi, per un totale montepremi di 12.000€:

  • Categoria Open, riservata a tutti gli artisti professionisti;
  • Categoria Accademica, riservata agli studenti iscritti alle Accademie di Belle Arti.

Le opere vincitrici verranno acquistate ed entreranno a far parte della collezione d'arte permanente di Carapelli.

Nell’edizione 2018, il cui tema era Maestria, Tradizione e Qualità, la giuria ha deciso di premiare il lavoro di David Casini per la sua coerenza nel coniugare tradizione e innovazione, grazie a una personale idea di scultura, sperimentata e consolidata dall’artista negli anni, mediante assemblaggi di delicati elementi prelevati dalla realtà, trasformati e inseriti in una nuova visione in bilico tra passato, presente e futuro.

In Pratomagno (2018) sono sintetizzate l’artigianalità del fare scultoreo, che interviene per dar forma e decorare il legno d’ulivo, e l’innovazione tecnologica rappresentata dal cristallo di un iPad, dove la foresta toscana si rispecchia. Si tratta di due estetiche diverse per origine e temporalità, ma intrecciate in una struttura ideata dall’artista che le unisce e consacra, con rimandi alle antiche reliquie o teche museali, scrigni di storie millenarie.

Inoltre, per la categoria Accademia, sono state premiate 3 opere di studenti di varie Accademie di belle arti. Il primo classificato è stato Alessandro Bozzoli con la sua opera Divina Colorum; Cecilia Mentasti con Ovunque ma non qui e Davide D’Amelio con De Pisis #1.

I premi sono stati assegnati a settembre 2018 da una giuria di curatori, storici e critici d'arte contemporanea e gli artisti sono stati premiati durante la cerimonia conclusiva tenutasi presso lo Spazio Espositivo Ex Dazio di Brera a Milano ad ottobre 2018. Le opere sono entrate a far parte della collezione permanente di Carapelli e sono esposte presso la sede aziendale a Tavarnelle Val di Pesa, Firenze.

Se vuoi partecipare alla seconda edizione, candidare una tua opera o semplicemente avere maggiori informazioni riguardo al concorso visita il seguente link: www.carapelliforart.it

I nostri partner

© 2017 Carapelli Firenze S.p.A - Tutti i diritti riservati - P.iva IT06271510965 | INFO LEGALI | PRIVACY POLICY